Sala degli Uomini Illustri

Sala degli Uomini Illustri

Dieci famosi veneziani ci guardano e ci aiutano a meditare sul tempo e sulla storia

Marco Polo, Tiziano, Carlo Goldoni, Paolo Sarpi, Palladio, Francesco Morosini, Benedetto Marcello, Pietro Orseolo, Enrico Dandolo e Vettor Pisani sono i dieci uomini illustri che hanno contribuito a rendere Venezia storicamente importante e famosa nel mondo. Alternati a imponenti specchi e pannelli decorati, i loro volti espressivi ci osservano dalle pareti.

La Sala degli Uomini Illustri, dipinta da Giulio Carlini, un tempo era un vano di passaggio che collegava porticato e corte all’interno delle Procuratie Nuove. Della sua condizione di “esterno” rimane ancora oggi testimonianza grazie allo zoccolo in pietra d’Istria non presente nelle altre Sale del Caffè. Sul soffitto una “Venezia Trionfante”, omaggio alla prima insegna del Florian, fu dipinta “a fresco” da Giuseppe Ponga.

E’ l’ultima delle Sale a essere stata restaurata. I lavori, terminati nel 2012, hanno riportato affreschi e decori al loro antico splendore

ritratti

Una curiosità. Nata come un vano di passaggio tra porticato e corte delle Procuratie Nuove, la Sala degli Uomini Illustri conserva ancora oggi uno zoccolo in pietra d’Istria, non presente nelle altre Sale del Caffè Florian, a testimonianza della sua collocazione originale in “esterno”.

sala-uomini-illustri

La Sala degli Uomini Illustri  è stata l’ultima ad essere restaurata nel 2012, riportando affreschi e decori al loro eterno splendore.