Eventi

Temporanea 2017

Dal 12 maggio al 10 settembre Caffè Florian presenta "RIO GRANDE" il video di Yuri Ancarani

Dopo Bruno Ceccobelli, Mimmo Rotella, Fabrizio Plessi, Gaetano Pesce, Luca Buvoli, Arcangelo, Irene Andessner, Fausto Gilberti, Botto&Bruno, Marco Tirelli, Pietro Ruffo, Omar Galliani, Qiu Zhijie, è il ravennate Yuri Ancarani l’artista scelto da Caffè Florian per l’edizione 2017 di Temporanea – Le Realtà Possibili del Caffè Florian.

In concomitanza con la Biennale Arte 2017, dal 12 maggio fino al 10 settembre, il regista presenterà la sua nuova video installazione site specific dal titolo “Rio Grande” nella storica Sala delle Stagioni del Caffè di Piazza San Marco.

poster rio grande_bassa

“Rio Grande rappresenta l’idea di un confine che a volte non c’è”, questo il tema di strettissima attualità scelto da Ancarani per il suo nuovo lavoro, un video girato poche settimane fa al confine tra Texas e Messico. Per Ancarani, nato nel 1972, è un ritorno a Venezia, dopo aver preso parte alla Biennale Arte 2013 di Massimiliano Gioni. I suoi lavori nascono da una continua commistione tra il cinema documentario e l’arte contemporanea e volgono lo sguardo verso una ricerca tesa a esplorare regioni poco visibili e percepite del quotidiano, in cui Ancarani si addentra in prima persona.

Yuri_Ancarani_Padiglione_Florian_Capture_213

Il Caffè Florian di Venezia, oltre ad aver raggiunto i quasi 300 anni di vita essendo nato nel 1720, vanta anche un importante primato di idee, fu infatti nella Sala del Senato del Florian a fine ‘800 che Riccardo Selvatico, intellettuale e sindaco di Venezia, assieme ai suoi amici letterati, ebbe l’idea di creare la Prima Esposizione d’Arte, quella che oggi è universalmente conosciuta come “La Biennale”. Per celebrare questo storico avvenimento nasce, nel 1988, la prima edizione di Temporanea – Le Realtà possibili del Caffè Florian.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva