Sala Orientale

La Sala Orientale

Splendide bellezze esotiche da“Mille e una notte”

La Sala Orientale venne decorata con dipinti di Giacomo Casa nella seconda metà dell’Ottocento. Pittore veneto già famoso (a lui dobbiamo la decorazione originale delle Sale Apollinee della Fenice e gli affreschi del Teatro Verdi di Padova), fu definito “inventore immaginifico che abbozzava ed eseguiva le sue tele senza pentimenti”: e certamente faceva sognare i suoi contemporanei con immagini esotiche di donne amabilmente svestite ma sottilmente velate.

Come la Sala Cinese, la Sala Orientale rappresenta l’ambiente perfetto per vivere un’esperienza indimenticabile. Qui regna una speciale atmosfera: vi si respira un’aria diversa, forse perché le due Sale formano tra loro una sorta di spazio appartato; gli specchi, sistemati fin sulle pareti dei passaggi tra le Sale, contribuiscono a creare un effetto di labirinto, con la vostra immagine riflessa all’infinito mentre si passa dalla Cina all’Oriente.